AZIENDA

L’azienda agricola Graziano nasce in Basilicata  nel 1988. Posta sul fianco del fiume Agri, ai confini del Parco Nazionale del Pollino, nel territorio del comune di Roccanova, già rinomato per il “Grottino”, è facilmente raggiungibile attraverso la Val d’Agri. Situata in una delle zone collinari più affascinanti e vocate alla viticoltura, punta la sua attività sullo sviluppo della tradizione enologica locale.

 

“Grottino” trae origine dalle innumerevoli “grotte” di questa area, cavità-abitazione del vino pressoché naturale, sito della sua lavorazione e conservazione, dalla pigiatura delle uve, alla fermentazione del mosto, alla conservazione in botti. Le origini della coltivazione della vite in questa zona, cuore più interno della Magna Grecia, risalgono al tempo degli antichi Enotri e Lucani; i Greci, in seguito, introdussero nuove varietà e tecniche colturali. La zona di Roccanova per le potenzialità delle sue particolari condizioni pedologiche e per la sua lunga tradizione enologica ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata.

 

 

 

L’azienda è in forte espansione perché pur avvalendosi di strutture enologiche moderne è, opportunamente , legata ad una sua traccia di identità e a regole e pratiche di vinificazione tradizionali nella ricerca della produzione di vini tipici di qualità. E’ orientata al continuo miglioramento del prodotto nel convincimento che ciò dipende dall’affermazione della personalità del vino, che si costruisce sulla memoria della sua migliore identità. Perciò è profusa una cura assidua dei vigneti, una particolare selezione e controllo alla vendemmia e una straordinaria perizia in cantina dove ogni fase di lavorazione assume il carattere sacrale di un rito. Le Cantine Graziano vantano anni d’esperienza nel settore della vinificazione. Le competenze maturate, il controllo su tutta la filiera, lo sviluppo e l’innovazione costanti, permettono di produrre vini di qualità.

 

 

 

Le cantine Graziano sono un evidente compendio dei principi che fondano l’idea del vino di questa tradizione intelligente. Da una parte le cantine “grotte”, cavità arenarie risalenti a un passato assai lontano, che costituiscono un ingegnoso esempio di antica architettura rurale, dove temperatura e umidità costanti fanno quella fresca e silenziosa oscurità per il riposo più vitale del vino. L’incavo sotterraneo, come un grembo, ha il pregio della cura del più intimo legame tra il vino che si appresta alla vita e alla terra che, nell’invecchiamento e conservazione del vino, ancora si offre a dare il carattere definitivo per una sua spiccata personalità. In uno spazio poco distante è la cantina per la vinificazione, con strutture tecnologiche moderne, composta da un reparto con botti, pigiadiraspatrice, pressa soffice e vasche di vinificazione e di stoccaggio termoregolate, tutto in acciaio inox. L’impianto di vinificazione è completata da una moderna linea di imbottigliamento e da un laboratorio enologico.

 

 

 

Le vigne delle Cantine Graziano si trovano nel territorio di Roccanova, in contrada Calvello e Sant’Iorio “Norce”, si estendono su un’antica tenuta collinare soleggiata, posta a circa 500 metri sul livello del mare, in condizioni climatiche ideali per la coltivazione della vite. Cantine Graziano adotta sistemi di allevamento a spalliera con un’intensità di circa 3000 ceppi per ettaro. I vitigni prevalenti dell’Azienda Agricola Graziano sono il Sangiovese, il Montepulciano, Cabernet e Malvasia Nera di Basilicata per la produzione dei vini rossi e la Malvasia bianca di Basilicata per i vini bianchi. La coltivazione viene realizzata con moderne tecniche agronomiche e con trattamenti fitosanitari di assoluta sicurezza per il consumatore. Si vinificano esclusivamente le uve di queste vigne. La vendemmia si svolge tra l’ultima decade di settembre e la prima di ottobre, le uve sono raccolte a mano e rigorosamente controllate; poste  in piccole casse vengono immediatamente avviate alla lavorazione per la vinificazione, che nell’impiego delle nuove tecnologie si avvale oltre che delle regole scientifiche enologiche anche dei tanti suggerimenti provenienti dalla pratica e dalla tradizione.